Cerca su Notiziario Internazionale

venerdì 27 maggio 2016

La settimana del M5S Lombardia - 20-27 maggio 2016

www.lombardia5stelle.it Non vedi correttamente questa mail?
Clicca qui.
20-27 maggio 2016
In questo numero:
 

VIDEO NOTIZIARIO: SPECIALE PROGETTI DI LEGGE

NOTIZIE

Reddito autonomia, Maroni butta in propaganda 1,5 milioni di euro

"Quanto a propaganda Maroni non è secondo a nessuno. E' da quando si è seduto sulla poltrona di presidente che più in là della campagna elettorale non riesce ad andare. Stando alle affissioni che ha pagato con i soldi dei lombardi la Lombardia è ormai un paradiso terrestre: niente bollo, niente ticket e reddito d'autonomia per tutti.
La realtà è sotto gli occhi di tutti: sprechi, tangenti, code per fare gli esami in ospedale e il reddito di cittadinanza è un miraggio. Invece di continuare con gli 'spottoni' pubblicitari potevano spendere i soldi della campagna sul reddito per aprire un nido pubblico,  visto che in Lombardia ne abbiamo  troppo pochi. Evidentemente preferisce farsi propaganda a spese nostre", così Gianmarco Corbetta, capogruppo del M5S Lombardia, commenta i costi esorbitanti (1,5 milioni di euto) della campagna di comunicazione sul reddito di autonomia diffusa dalla regione.

Fast Post Expo: M5S in visita ispettiva al cantiere

Fast Post Expo: M5S in visita ispettiva al cantiere
Watch the Video
49 views

Il 23 maggio una delegazione del M5S formata dai portavoce regionali Silvana Carcano e Giampietro Maccabiani, dal candidato sindaco per Milano Gianluca Corrado, dai parlamentari Paola Carinelli, Vito Crimi, Bruno Marton e Massimo De Rosa e dagli attivisti Monica Forte e Giovanni Navicello, ha visitato il cantiere Expo, incontrando anche l'Ing. Molaioni di Expo Spa e il direttore di Arexpo Marco Carabelli, per verificare lo stato dei lavori di smantellamento dell'area, della messa in sicurezza emergenziale della falda acquifera, delle bonifiche dei terreni e per chiedere delucidazioni sulla sottoscrizione del Protocollo Legalità.

DISMANTLING

Abbiamo verificato lo stato di avanzamento del dismantling rispetto al cronoprogramma, per quanto riguarda i padiglioni stranieri (partecipanti ufficiali), per i partecipanti non ufficiali come Save the children, Intesa San Paolo, Unilever, Perugina, RCS, Don Bosco, Caritas, Franciacorta, McDonald's, Coca Cola, Alitalia, Food Truck, Coin e OVS, Vankee, CNH, Alessandro Rosso, Federalimentare, WAA, Enel, EuroChocolate, Kinder Ferrero, per i chioschi (Beretta, Swatch, Cruciani, Coca cola, Unilever e MSC Crociere), e per quanto riguarda manufatti chiusi e da mantenere come le architetture di servizio, i cluster, altri chioschi (Oldani, Grom, Illy, Juice Bar, La Piada, Maria Marinoni, Caffarel e Dispensa Emilia) e Slow Food.

Rispetto al cronoprogramma, ci sono diversi ritardi e imprevisti.

Secondo l'accordo Quadro del 2012 Expo avrebbe dovuto riconsegnare i terreni ad Arexpo il 30 giugno 2016, e, contestualmente, i partecipanti ufficiali avrebbero dovuto smantellare i loro padiglioni e riportare i terreni ad uso agricolo entro il 31 maggio, così da lasciare ad Expo un mese di tempo per attività conclusive. Da poche settimane, però, è stato firmato un accordo tra Expo e Arexpo che ha anticipato la riconsegna dei terreni e delle opere realizzate da Expo al primo maggio. Nonostante questo accordo, Expo continua ad accompagnare lo smantellamento dei partecipanti ufficiali dal sito. I primi giorni di novembre sono stati dedicati al ripristino della segnaletica e viabilità del cantiere per lo smantellamento. I partecipanti ufficiali, nella prima fase, hanno realizzato solo attività di trasloco degli interni con la presenza in sito di circa 300/400 operai, con il divieto di accesso a mezzi pesanti. Successivamente, senza mai superare la presenza di 1.000 unità in cantiere si è passati alla fase di smantellamento.

Ad oggi 36 lotti sono ultimati al 100%, per i quali quindi Expo detiene i documenti di avvenuta eliminazione delle fondazioni, delle verifiche di fondo scavo per la qualità dei terreni, del riempimento con materiale da cava e della riconsegna dei terreni in Tabella A. Non sono stati rifertilizzati i terreni, perché non è ancora chiara la destinazione d'uso di quelle aree.

Rimangono ancora 29 padiglioni con diversi livelli di avanzamento di smantellamento in corso. L'Accordo Quadro del 2012 prevedeva, arrivati alla scadenza del diritto di superficie, per i padiglioni ancora non smantellati l'istituzione di una Commissione per la valutazione dei costi da aggiungere per la conclusione dei lavori. Nell'aggiornamento dell'Accordo Quadro si è eliminata la Commissione, Expo e Arexpo hanno quantificato, secondo una stima, un aggravio di costi per un totale forfettario di 3,8 mln di euro. Questi costi aggiuntivi, dovuti alla previsione che alcuni padiglioni potranno rimanere non smantellati dai Partecipanti (es. fallimento del Consorzio che ha realizzato il padiglione degli Stati Uniti), verranno scalati dai 75 mln di infrastrutturazione che Arexpo deve ad Expo.

Per i partecipanti non ufficiali, esistono solo due eccezioni richieste da Arexpo stessa. Intesa ed Euro Chocolate, infatti, si trovano collocati sopra delle architetture di servizio e per evitare che Arexpo dovesse poi rifare le coperture delle aree service è stato chiesto alle due società di rinviare l'inizio dello smantellamento per evitare aggravi di costi in capo ad Expo.

Vi sono poi due situazioni di insolvenza, KIP e CCUP, che sono gestite per evitare nuovi aggravi, ma la situazione è in corso.

Per i Cluster, manufatti da mantenere, per il Fast Post Expo viene solo rifunzionalizzato il cluster Cereali, ma al momento non è stato ancora deciso il loro utilizzo.

L'ASL avrebbe contestato solo a Corea e a Russia nella fase iniziale dello smantellamento alcune irregolarità, risolte successivamente, tanto che ormai i due padiglioni sono stati rimossi.

MISE

Il MISE (messa in sicurezza emergenziale della falda acquifera) è ancora in corso. Il rischio è che si sia già in'infrazione.

La situazione, infatti, è chiara: né Expo, né Arexpo devono pagare l'attività di pulizia della falda acquifera inquinata da un privato. In particolare, la contaminazione prodotta dalla ex Weiss viene per la prima volta individuata nel 1999, per lamentele dei cittadini dovute ad esalazioni provenienti dallo scavo del collettore fognario in costruzione. Successivamente, i tecnici dell'Asl comunicavano al Sindaco del Comune di Bollate, allora Autorità competente, che la causa delle esalazioni era da ricondurre ad una contaminazione dei terreni da solventi clorurati e chiedevano al Comune di attivarsi affinché venissero intrapresi i dovuti provvedimenti per avviare la bonifica dell'area. L'origine della contaminazione fu successivamente individuata nell'area ove era collocato il deposito di sostanze chimiche della ex Weiss. Il Comune di Bollate chiedeva pertanto alla SET Telecomunicazioni (proprietaria dell'area ex Weiss) la presentazione di un piano della caratterizzazione che veniva inviato dalla Brenntag Spa, nel frattempo subentrata alla Set Telecomunicazione nella proprietà dell'area ex Weiss. Il Comune di Baranzate, di nuova costituzione, subentrava a quello di Bollate nel procedimento come Autorità Competente e richiedeva l'esecuzione di un nuovo campionamento delle acque in contraddittorio con Arpa, i cui risultati evidenziavano il permanere di una elevata contaminazione da composti organo alogenati. A seguito di questi e di ulteriori controlli nel corso del 2009 veniva richiesta ripetutamente da parte di Arpa e dagli altri Enti coinvolti la predisposizione di una barriera idraulica a valle dell'insediamento a protezione della falda, che veniva avviata nel marzo 2010 dalla Brenntag S.p.a. Nel frattempo, riguardo alle acque sotterranee, sia ASL che ARPA evidenziavano che lo sbarramento idraulico in funzione non appariva sufficiente, ed ARPA ne richiedeva l'ampliamento mediante l'inserimento di un nuovo punto di captazione nella barriera idraulica. Nel maggio 2015 Regione Lombardia approvava la proposta presentata dalla Brenntag S.p.a. di potenziamento della barriera idraulica. Ma i controlli effettuati sulla barriera già implementata evidenziavo ancora il superamento dei limiti tabellari delle acque sotterranee in uscita dal sito.

Per quanto attiene all'individuazione delle altre fonti di contaminazione, nel corso del 2014 e 2015 Arpa ha proposto in più occasioni a Regione Lombardia l'effettuazione di ulteriori accertamenti al fine di aggiornare lo stato di contaminazione della matrice terreno presente al di sotto della Via Belgioioso e negli ambiti limitrofi. Nel febbraio 2015 in un incontro convocato da Regione Lombardia venivano condivise ulteriori azioni da adottare per il contenimento degli inquinanti in falda, a seguito della valutazione tecnica inviata da Arpa nel gennaio 2015. Nello specifico veniva richiesto ai Comuni di Baranzate e Milano e a Città Metropolitana di "Attivarsi per definire le azioni necessarie per l'individuazione delle sorgenti di contaminazione".

Nonostante tutto questo pregresso e queste informazioni, si è arrivati all'apertura di Expo con la falda acquifera inquinata, tanto che Expo spa ha dovuto mettere in funzione l'impianto di sicurezza.

Per questo abbiamo chiesto ai rappresentati di Expo ed Arexpocosì come già sottolineato al dott. Grando il 2 maggiodi impegnarsi a mettere in mora le società responsabili dell'inquinamento per tutelare gli interessi e la salute dei cittadini, bloccando la prescrizione e attivando tutto ciò che è nelle loro possibilità per evitare che questa depurazione delle acque venga effettuata con soldi pubblici.

BONIFICHE

Rispetto ai dati di cui disponiamo, risulta che i 72 mln richiesti dall'ex AD di Expo Giuseppe Sala ad Arexpo non contemplano le analisi di laboratorio Arpa per un costo di 290.620,36 euro, i costi di pre-bonifica di 548.369,10 euro, i costi di gestione e assistenze perché ancora da quantificare e gli oneri istruttori di 13.816 euro; per un totale di 852.805,46 euro, l'ing. Molaioni di Expo ci ha fatto sapere che quei costi sono costi di pre-progettazione che prescindono dalla presenza o meno di bonifiche. Risultano però non comprese le spese Arpa; l'ing. Molaioni si è preso l'impegno di verificare quanto affermato.

PROTOCOLLO LEGALITÀ

Purtroppo, nonostante la mozione approvata all'unanimità a novembre 2015 da parte del Consiglio Regionale che chiedeva ad Arexpo di sottoscrivere il Protocollo Legalità, nonostante i nostri solleciti al nuovo Prefetto Marangoni, adoggi non è stato firmato il Protocollo. A tale riguardo, Arexpo segnala di essersi già attivata presso il Ministero dell'Interno con la richiesta di attivazione del Protocollo di Legalità, per le stesse finalità condivise durante EXPO.

Arexpo informa altresì di aver già attivato più bandi pubblici onerosi. Uno riguardante l'appalto della ristorazione per il Fast Post, concluso, un altro per la locazione del Cluster Cereali per il periodo del Fast Post Expo e un altro ancora per il coordinamento, la progettazione, l'organizzazione, la realizzazione e promozione del palinsesto degli spettacoli al c.d. Open Air Theatre.

SICUREZZA DI CANTIERE E PIANI DI EMERGENZA

Un altro scopo della nostra visita ispettiva era verificare che venissero rispettate le norme in materia di sicurezza sul lavoro e che si trovasse riscontro pratico a quanto disposto dalla stessa società Expo spa nei propri piani di emergenza, il Piano di emergenza dismantling e il Piano di coordinamento emergenza dismantling.

Al nostro arrivo ci sono stati correttamente forniti tutti i dispositivi di protezione personale (elmetto, gilet ad alta visibilità, scarpe antinfortunistiche). Sul cantiere, tuttavia, alcuni operai non indossavano gli stessi dispositivi di protezione individuale. Abbiamo poi avuto modo di verificare, e lo abbiamo fatto notare ai responsabili, dueinadempienze in tema di sicurezza sul lavoro: un operaio che lavorava in quota sprovvisto di imbragatura per il corpo e dispositivi di ancoraggio e un cavo elettrico poggiato a terra lungo vie di passaggio. Le segnalazioni sono state prontamente recepite da Arexpo con la conseguente indicazione ai lavoratori.

In relazione ai Piani di emergenza, non ci sono stati mostrati, sebbene lo avessimo chiesto, i "pieghevoli informativi nelle lingue italiano, inglese e francese" che avrebbero dovuto essere stampati ed esposti al fine di rendere la diffusione e la conoscenza delle procedure di emergenza più semplice, capillare e comprensibile ai lavoratori del cantiere. Avevamo inoltre chiesto di vedere la cartellonistica identificativa delle aree sicure rispetto agli scenari da incidente in azienda a rischio chimico industriale rilevante (R.I.R.). Come è noto, infatti, adiacenti all'area del sito Expo ci sono due aziende R.I.R. (Ecoltecnica e Dipharma Francis) la cui presenza impone la predisposizione della cartellonistica di cui sopra. Nonostante fossimo nell'area in cui avrebbero dovuto trovarsi i cartelli, non li abbiamo trovati.

Una volta rientrati al campo base ci è stato garantito che sono presenti i cartelli delle aree sicure; inoltre ci è stato comunicato che, come già accaduto durante l'evento, l'attuazione delle procedure di emergenza è affidata ad una squadra di emergenza presente sul sito.

Come dare lavoro agli amici di Salvini a spese dei lombardi

Il Movimento 5 Stelle al Consiglio regionale della Lombardia ha presentato un'interrogazione per chiedere alla Giunta Maroni chiarimenti sull'affidamento "allo spin doctor di Matteo Salvini della realizzazione del nuovo sito internet" della Asst Franciacorta, ovvero l'ex azienda ospedaliera.
"Si dice che chi trova un amico trova un tesoro, e questa volta il tesoro lo ha trovato la società di Luca Morisi, uomo che guida la comunicazione sui social del leghista Salvini. Il caso vuole che il Direttore Generale dell'ASST Franciacorta in Lombardia, considerato in quota Lega, abbia affidato proprio allo spin doctor di Salvini la realizzazione del nuovo sito internet della struttura sanitaria per una cifra di 35.000€. Nella verde Padania evidentemente i talenti li cercano solo a casa loro, prima in famiglia e poi tra gli amici. Solo per il M5S la meritocrazia è un valore, altro che i chiacchieroni della verde Lega, Salvini in primis." Stefano Buffagni e Dario Violi, portavoce regionali del M5S Lombardia

Altre notizie

Consiglio regionale

Il Consiglio regionale questa settimana non si è riunito.

Commissioni Consiliari

 

III Sanità

Sono stati votati i due capitoli riguardanti l'autismo e la veterinaria rientranti nel  PDL N. 228BIS  "EVOLUZIONE DEL SISTEMA SOCIO-SANITARIO LOMBARDO: MODIFICHE AI TITOLI V E VIII DELLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 – TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITÀ". Parere favorevole della maggioranza, contrario M5S, astenuto PD.

IV Attività produttive e occupazione

Giovedì 26 maggio 2016, in apertura di Commissione, si è svolta la seconda audizione con la nuova proprietà delle Terme di Salice, per un'illustrazione delle prospettive produttive, alla presenza della Dg ATS di Pavia. Dopo le preoccupazioni espresse lo scorso 5 maggio dai lavoratori (rimasti con diverse mensilità non pagate) e dalle parti sociali, la Commissione ha voluto approfondire con gli imprenditori subentrati i temi legati alle criticità occupazionali e più in generale al piano industriale di rilancio. La proprietà ha illustrato alcune delle idee per rilanciare il polo termale, mettendo sul tavolo anche l'ipotesi di una Rsa e di una spa di lusso, dicendosi pronta, all'interno della costituita new-co, a trasformare alcune posizioni lavorative contrattualizzate a voucher in posti a tempo indeterminato. Diverse le domande e le sollecitazioni dei Commissari. La Consigliera Iolanda Nanni del M5S ha richiesto maggiori chiarimenti sulle vicende che hanno riguardato l'assetto proprietario e l'amministrazione della società, nonché sulla gestione del patrimonio immobiliare. La Commissione, preso atto della necessità di un piano di rilancio del sistema termale pavese e lombardo in genere  come opportunità di lavoro di attrazione turistica, oltre che presidio sanitario per cure mediche e riabilitative su cui investe il sistema sanitario lombardo, si rende disponibile ad affiancare la società nel confronto con Regione, Amministrazioni locali e con Equitalia, per avviare un percorso che consenta alla società di sanare gli arretrati attesi dai lavoratori e di fare chiarezza sul piano industriale per il rilancio del comparto.
Nella seduta di Commissione, dopo un primo remind degli impegni di lavoro sulla proposta di Regolamento regionale relativa alla definizione dei servizi, degli standard qualitativi e delle dotazioni minime obbligatorie delle strutture ricettive non alberghiere, i Consiglieri si sono confrontati nuovamente sulla proposta di Risoluzione n. 61 relativa all'Internazionalizzazione delle Imprese, rinviata in IV Commissione dopo l'Aula dello scorso 10 maggio per supplemento istruttorio, a seguito di alcune proposte emendative presentate dall'Assessore Parolini con cui si estendono gli interventi finanziari e gli strumenti regionali anche in favore e a sostegno dell'Export. La Commissione decide di rinviare al prossimo 9 giugno la votazione della proposta, nonostante l'invito della Presidenza di rimettere il provvedimento all'esame dell'Aula di martedì 7 giugno. I Consiglieri Dario Violi e Iolanda Nanni del M5S sottolineano come l'importanza del tema avrebbe richiesto l'approvazione in tempi rapidi di una proposta di valenza strategica che, invece, è stata rallentata da questioni politiche afferenti il riordino delle deleghe in capo agli Assessorati, peraltro, con anomala assegnazione della competenza sull'internazionalizzazione delle imprese all'Assessorato alla Casa e all'Housing sociale.  
A margine della seduta, la nomina del relatore sulla proposta di atto amministrativo recante modifiche alla deliberazione del Consiglio regionale 12 maggio 2009 n. VIII/834 'Programma di qualificazione e ammodernamento della rete di distribuzione dei carburanti'. L'istruttoria sul provvedimento, rimasta in sospeso, riprende a seguito della sentenza con cui la Corte Costituzionale ha dichiaro totalmente infondato il ricorso dello Stato avverso l.r. 34/2014 (concernente l'apposizione di vincoli agli impianti distribuzione carburanti), confermando la validità del modello di programmazione regionale della rete distributiva carburanti.
A seguire, la seconda audizione con Finlombarda in merito agli strumenti di finanziamento alle imprese e alle opportunità di accesso ai relativi bandi regionali. Viene approfondita l'analisi dei punti trattati nella scorsa audizione del 14 aprile. Il Presidente Parrinello sottolinea il ruolo di supporto che Finlombarda svolge nell'attuazione delle misure regionali di sostegno alle imprese per affrontare la crisi di capitale circolante delle aziende e le connesse difficoltà di accesso al credito, nell'ottica di semplificare le procedure amministrative per accedere ai bandi e innovare i processi di rilancio e sviluppo di nuove imprese. Vengono presentati tutta un serie di prodotti e strumenti a favore delle imprese che Finlombarda sta mettendo a punto in raccordo con le competenti Direzioni regionali (fra cui, il progetto Minibond per sostenere la realizzazione di investimenti tramite obbligazioni; il programma "InnovaLombardia" per finanziare attività di ricerca sviluppo e innovazione; la misura "Intraprendo" per lo sviluppo di start-up e l'avvio di nuove imprese), anche col supporto del partenariato pubblico-privato. I Consiglieri Stefano Buffagni e Dario Violi del M5S esprimono diverse perplessità sugli strumenti presentati da Finlombarda, che non sembrano rispondere in maniera concreta alle necessità di accesso al credito e di sviluppo  delle MPMI. La Commissione si impegna ad indirizzare a Finlombarda dei quesiti con le richieste di approfondimento che i Commissari riterranno opportuno presentare su quanto emerso in audizione.
 

Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale

SEDUTA ORDINARIA N. 19 DEL 24 MAGGIO 2016 (ore 16:30)
ARGOMENTI TRATTATI

Comunicazioni del Presidente

Approvazione del resoconto sommario della seduta del 17 maggio 2016.
1) Seminario "Le Regioni nella riforma costituzionale: tra autonomia differenziata e spazio politico europeo"
2) Realizzazione di un Minifolder di Poste italiane con francobollo e annullo filatelico speciale dedicato al sessantesimo anniversario della posa della prima pietra del Palazzo Pirelli
3) Autorizzazione alla missione del Consigliere Mauro Piazza a Lecco il giorno 26 maggio 2016, per la partecipazione ad incontro pubblico dedicato alle iniziative regionali in tema di ricerca e innovazione.
4) Autorizzazione all'utilizzo del marchio istituzionale del Consiglio regionale da parte del gruppo consiliare Nuovo Centrodestra per il Convegno dal titolo "Continuità assistenziale ospedale – territorio", a cura del gruppo consiliare Nuovo Centrodestra, che si terrà il 23 giugno 2016 presso la Sala Pirelli – Palazzo Pirelli – Milano.

Seguono numerose deliberi per la concessione di patrocini gratuiti e onerosi. Sì del Consigliere regionale segretario alla Presidenza Eugenio Casalino ai primi, no ai secondi come da presa di posizione generale sui patrocini.

 
Copyright © 2016 Movimento 5 Stelle - Lombardia, All rights reserved.
Vi abbiamo inviato questa e-mail perché avete richiesto di ricevere aggiornamenti relativi a Movimento 5 Stelle Lombardia o da una nostra ricerca risulta che gli argomenti trattati siano di vostro interesse. In caso di errore potete richiedere immediatamente la disiscrizione dalla newsletter cliccando sul link in calce alla mail. Non vi disturberemo più.

Our mailing address is:
Movimento 5 Stelle - Lombardia
Via Fabio Filzi, 22
Milano, Lombardia 20124
Italy

Add us to your address book


unsubscribe from this list    update subscription preferences 

Nessun commento:

FARE WEB MARKETING

FARE WEB MARKETING
FACCIO IL SITO OGGI

inviaci la tua notizia

Chiavi di ricerca degli articoli consigliate

energia, elementi, risorse:: obiettivo welfare state:: sociologia e cronaca:: economia attendibile:: politica perseguibile:: creazione lavoro:: politica bancaria e monetaria:: giustizia e controllo::

EURO dopo caduta libera, previsione rimbalzo tecnico

Euro / dollaro (EUR / USD) Verso un rimbalzo tecnico (3350Z)?

in un contesto di generale ripresa indici e paure pacificatore nella zona euro, l'euro / dollaro potrebbe innescare un rally tecnico nei prossimi giorni.
Dopo una bassa vicino a 1,21 dollari, il che rende il supporto di US $ 1,2143, il che dovrebbe generare una reazione positiva.Attraversando il $ 1,236 confermerebbe queste buone intenzioni e probabilmente implicherà un ritorno a 1,2570 usd, in primo luogo.

Pertanto, il team si propone di posizione Zonebourse ora in poi il turbo chiamata 3350Z Commerzbank attualmente citando 0,36 euro. L'allineamento di US $ 1,2570 darebbe un guadagno di circa il 50% con un rischio limitato al 30% di questa strategia.Infatti, esaurisce la posizione in caso di nuovo minimo di poco meno di 1,21 USD.






Dipartimento del Tesoro - Eventi

BicLazio | Far crescere un'impresa

PDL - Il Popolo della Libertà > Homepage

Dipartimento del Tesoro - Calendario

Partito Democratico

Dipartimento del Tesoro - News

world delicious faccionet

Wordle: Faccio Ermanno - 1

Sinossi informativa

Notiziario Internazionale è un videoblog basato su una "Sinossi Selettiva" degli argomenti salienti, secondo un paradigma trasparente verso un'informazione onesta e democratica.
La trasparenza informativa permette ai cittadini di replicare puntualmente alle necessità più urgenti per il rilancio economico e sociale, con opportune decisioni, o scelte politiche, orientate al raggiungimento del Bene Comune.
Quest web-tool, consultato quotidianamente permette di vedere in un breve colpo d'occhio tutte le notizio organizzate per categorie di primaria importanza politica, costituendo un utile strumento automatizzato per valutare le situazioni globali in modo dinamico, in tempo reale.
Nessun quotidiano, attualmente gestito in Italia è così completo, trasparente ed imparziale, perché la maggior parte di essi, attingendo ai finanziamenti pubblici, è implicitamente organo di partito, che può esporre solo la realtà limitate imposta dal proprio paradigma propagandistico.
Solo la conoscenza di un quadro di insieme permette invece un ragionamento democratico e un'azione di raccordo tra le comunis opinio mediatiche, che purtroppo costituiscono il vero cancro per la democrazia, costituendo emissione da parte di partiti pro lobby multinazionalistiche, e pro lobby del mantenimento dello status quo del Pseudo Stato, mediante la diffusione di un vero e proprio Pensiero Unico Dominante, che costringe sia gli astenuti, che i semplici cittadini, che gli iscritti a non poter obbiettare su alcuna dittatura, o decisione pre-annunciata mediaticamente..

Tuittaci

Follow by Email

Web News

AOL News

AOL News provides the latest original news, politics & opinion and more. Get alerts for new articles within the topics you love.

Ars Technica

Ars Technica covers technology, science, & gaming news, with analysis. Get alerts for new articles within the topics you love.

CNN

CNN delivers the latest breaking news and analysis on the top stories. Get alerts for new articles within the topics you love.

Digital Trends

Digital Trends is your source for technology news, product reviews, buying guides and free software downloads.

EarthTechling

Green technology news, features, and product reviews for all Earthlings.

E!Online

E!Online is the premier source for ents news, celebrity gossip & pics. Get alerts for new articles within the topics you love.

F1 News

The latest news and update from this year's Formula 1 season.

GamesRadar

GamesRadar is the top video games site, with gaming news, reviews, & cheats! Get alerts for new articles within the topics you love.

The Guardian

The Guardian is the world's leading liberal voice for news & analysis. Get alerts for new articles within the topics you love.

The Huffington Post

The Huffington Post is the world's top business, media & politics blog. Get alerts for new articles within the topics you love.

IGN

IGN is top for gaming news & reviews incl Xbox, PS3, Wii, PC & iPhone games. Get alerts for new articles within the topics you love.

iVillage

iVillage is the daily destination for women with the latest lifestyle, entertainment and health news.

LA Times

The LA Times is the number 1 source for SoCal, ents, politics & business. Get alerts for new articles within the topics you love.

MailOnline

The MailOnline covers all the latest news, sport, showbiz, & health. Get alerts for new articles within the topics you love.

Mashable

Mashable is one of the biggest social media news blogs on the web. Get alerts for new articles within the topics you love.

Newsweek

Newsweek is the 2nd largest news mag in the US with features & commentary. Get alerts for new articles within the topics you love.

ReadWriteWeb

RWW provides news & analysis of web apps, technology trends, & social media. Get alerts for new articles within the topics you love.

SpoilerTV

SpoilerTV provides the definitive collection of TV spoilers and show information for the most popular shows on TV.

TechCrunch

TechCrunch obsessively reviews new internet companies & breaking tech news. Get alerts for new articles within the topics you love.

Telegraph

The Telegraph delivers breaking UK, global news and politics. Get alerts for new articles within the topics you love.

The Next Web

TNW is the blog network about Internet Life, Business and Culture. Get alerts for new articles within the topics you love.

The Onion

The Onion is America's finest news source, & the funniest ever. Get alerts for new articles within the topics you love.

Times Online

Times Online provides UK & world news, and top business commentary. Get alerts for new articles within the topics you love.

USA Today

USA Today provides breaking coverage on US and world news. Get alerts for new articles within the topics you love.

Washington Post

The Washington Post is a top source for news & video on politics & business. Get alerts for new articles within the topics you love.

Wimbledon News

The Latest News about Wimbledon Tennis Championships.

Wired

Wired provides in-depth coverage of current & future technology trends. Get alerts for new articles within the topics you love.

The Wall Street Journal

The WSJ provides breaking news & analysis from the US and around the world. Get alerts for new articles within the topics you love.

Aiuti per il Giappone: adesso o quando?

Cerchiamo sui siti Giapponesi delle città maggiormente colpite le notizie più attuali e i canali più diretti per contribuire all'aiuto del popolo Giapponese....

Segnalaci ad una tua amicizia o conoscenza